logotype
image1 image2 image3

il nuovo santuario


Nel 1927 vennero costruiti i portici del piazzale, nel 1937 la nuova cappella dell’apparizione e nel 1956 il Santuario in stile neogotico, che presenta all’interno una maestosa navata, illuminata da finestroni ad arco acuto. L’altare, di graziosa snellezza, termina in una nicchia che racchiude la statua del Santo, vestito da soldato romano, perché ritenuto figlio di un comandante romano. L’altare spicca al centro di un colonnato, disposto a semicerchio che sostiene un’architrave ad archi gotici, sulla cui sommità si ergono due angeli dorati; essi sollevano al cielo la palma e la corona del Martirio.

Alla cappella dell’apparizione si accede attraverso un’artistica cancellata in ferro battuto. Al centro troneggia l’altare, nella cui pala vengono raffigurati, da un aperte l’apparizione di San Pancrazio ai coniugi Casella, e, dall’altra, il suo martirio. Sotto la cappella dell’apparizione, in una spaziosa cripta, viene onorata un’altra statua di San Pancrazio, posta sotto un altare. Si conservano innumerevoli ex-voto, che ricordano grazie ai miracoli attribuiti all’intercessione del Santo, sempre diposto a proteggere il popolo di Dio che lo invoca con fede.